Blog
01
Feb

L'Ossigeno Ozono Terapia, cenni storici e informazioni

Post in Blog

L'Ossigeno Ozono Terapia consiste nella somministrazione al paziente di una sostanza gassosa, ottenuta previa mescolazione di ossigeno e azoto, ed è utilizzata come terapia per numerose malattie e disturbi. 

Questo metodo, da molti riconosciuto come rivoluzionario, è utilizzato ormai da tempo (ha più di un secolo di esperienza alle spalle) e negli ultimi anni viene sempre più accettato dalla comunità medica e ha incontrato un vasto consenso rispetto alla sua introduzione, quando solamente pochi studiosi lo avevano accolto con entusiasmo. 

L'ozono venne scoperto nel 1832 da Schonbein, e le prime applicazioni all'interno della medicina si ebbero durante la Grande Guerra, sui feriti dei campi di combattimento. Dal 1932 la chirurgia utilizzò l'Ossigeno Ozono Terapia ma è nel 1957, con Hansler, che avviene una vera rivoluzione grazie alla messa a punto di uno strumento in grado di dosare con precisione la concentrazione di ozono. In Italia questa tecnica arriva in ritardo rispetto al continente, vale a dire nel 1983. 

Il mix utilizzato per la terapia consiste in una miscela di ossigeno e di ozono (in minor parte); quest'ultimo è un componente atmosferico che assorbe le radiazioni ultraviolette e può essere riprodotto in laboratorio. Dotato di capacità ossidanti e connotazioni antisettiche, viene usato per la disinfestazione e l'igenizzazione; le sue proprietà antiinfiammatorie, analgesiche e antivirali lo rendono un buon alleato nella lotta contro alcune delle più insidiose patologie o forme di dolore. 

Come già accennato, l'Ossigeno Ozono Terapia viene impiegata in maniera e dose differente a seconda della patologia che si debba affrontare. La funzione antidolorifica del mix ossigeno-ozono sarebbe dovuta alle caratteristiche antinfiammatorie e analgesiche dell'ozono, che permetterebbe la disattivazione di alcuni meccanismi corporei che agiscono sulla percezione del dolore per mezzo delle terminazioni nervose, migliorerebbe la microcircolazione sanguigna e permetterebbe la più rapida eliminazione delle sostanze tossiche favorendo così il recupero. 

Un ruolo fondamentale per quanto riguarda la funzionalità dell'Ossigeno Ozono Terapia lo ricopre la modalità di somministrazione della terapia stessa. 

A seconda del tipo di patologia, la somministrazione sarà intramuscolare, sottocutanea, intrarticolare, endovenosa o addirittura per via nasale, vaginale o rettale.

Ad esempio, in caso di dolori di origine cervicale, la terapia Ossigeno Ozono potrà essere somministrata a livello intervertebrale, e così via. La Ossigeno Ozono Terapia non riporta controindicazioni degne di rilievo, è indolore e non ha effetti collaterali, e quindi viene ben tollerata dalla maggioranza dei pazienti. 

Fra le patologie che vengono più frequentemente trattate con questa terapia possiamo ricordare la cervicalgia, la tendinite, la lombalgia, l'artrosi, le conseguenze dei danni sportivi e tutti quei disturbi che vanno a colpire arti e articolazioni. L'ozono e l'ossigeno agiscono in modo del tutto naturale anche nel campo della medicina estetica, dove vengono iniettati con piccole punture sottocutanee allo scopo soprattutto di aiutare la circolazione sanguigna diminuendo i postumi delle operazioni e di frantumare gli acidi grassi, favorendone l'eliminazione (come avviene ad esempio nella cura della cellulite). 

Sono almeno 42 le patologie che, quando trattate con Ozono Ossigeno Terapia, risponderebbero meglio alle cure. Tra queste anche maculopatie, ernie, dolore cervicale, anche la semplice emicrania o le più banali infezioni. 

L'effetto benefico ad ampio spettro rende questa tecnica una terapia davvero efficace quasi a 360°, una sorta di risorsa polifunzionale che può servire a diminuire il dolore nelle malattie croniche e ad accelerare la guarigione di numerosi processi infettivi e simili. I dati della Sioot parlano di percentuali di guarigione altissime utilizzando l'Ossigeno Ozono Terapia, percentuali che vanno dall'88% al 92%. 

Ma non solo: gli esperti in materia sostengono che questa terapia sia anche un ottimo modo di ossigenare il corpo, diminuendo la tensione dell'organismo. 

Insomma, l'Ossigeno Ozono Terapia come una vera toccasana, non solo in grado di accelerare significativamente i processi di guarigione dell'organismo ma anche in grado di portare benessere e di "ripulire" l'organismo senza rischiare effetti collaterali o problematiche. Se le indagini sull'utilizzo di questa terapia andranno avanti, potremmo trovarci di fronte ad una soluzione davvero polivalente ed economica e ad un valido alleato per combattere un ampissimo spettro di disturbi e di malattie.

Letto 2547 volte