I nostri studi rimarranno chiusi per ferie dal 02/08/2019 all’01/09/2019 Per prenotare le visite scrivete una mail a: info@saluteok.it o lasciate un messaggio in segreteria al: 06.50.41.847 Verrete ricontattati al nostro rientro
Visualizza articoli per tag: terapie - SALUTE OK - Fisiatra, Medicina Estetica, Fisioterapia, Ozonoterapia

Problema estetico molto comune, specialmente tra le donne, le smagliature sono delle striature che compaiono sull'epidermide in seguito alla rottura delle fibre elastiche che la costituiscono. Si tratta di un inestetismo che colpisce diverse zone del corpo - come il seno, la pancia o le cosce - e che può dipendere da una molteplicità di fattori. In particolare, la tensione della pelle dovuta a un improvviso aumento della massa muscolare o del grasso corporeo, così come a una gravidanza, è spesso alla base della comparsa di quelle che possono essere considerate vere e proprie cicatrici. In un primo momento rossastre, le smagliature assumono presto un colore più chiaro indice della cicatrizzazione della zona di pelle colpita. Il trattamento delle striature sarà tanto più efficace quanto si riuscirà a intervenire tempestivamente sulla smagliatura, prima che la cicatrizzazione sia completata.

Gli errori medici possono causare gravi danni ai pazienti.

Non sono rari i casi detti di 'malasanità' dove il paziente invece di trarre il dovuto beneficio da una terapia o da un intervento operatorio, ottiene un peggioramento delle condizioni di salute tanto da influenzare il normale decorso della malattia.

05
Ago
“Noi siamo ciò che mangiamo” è un famoso detto dell’antichità che porta con sé una grande verità.

Ogni giorno con l’alimentazione introduciamo nel nostro organismo le sostanze che servono a fornirci energia, riparare le parti del nostro corpo usurate e soddisfare il nostro palato.

Il cibo, tuttavia, a causa di problemi gastrointestinali, cattiva alimentazione, stress, può essere causa di svariati e molteplici disturbi.

Per svariati motivi alcuni alimenti possono essere percepiti come estranei dal nostro organismo che risponde attivando una risposta immunitaria con produzione di anticorpi di tipo Ig-G4 specifiche.

A questo punto la sostanza ingerita viene digerita, trasformata e assimilata in modo incompleto formando delle nuove molecole che possiamo chiamare “tossine”. Le tossine provocano nell’organismo una serie di reazioni a catena:

  • indebolimento del sistema immunitario con conseguente produzione di anticorpi in eccesso, senso di stanchezza e spossatezza generale, sviluppo di infiammazioni acute e croniche a livello generalizzato come faringiti, tonsilliti, otiti, sinusiti, bronchiti, asma, psoriasi, dermatiti, artriti, artrosi ecc..;
  • produzione di tossine a livello intestinale con alterazione della flora batterica e conseguente causa di disturbi digestivi come meteorismo, iperacidità, dispepsia, reflusso gastroesofageo, diarrea, stipsi, colon irritabile, crampi intestinali;
  • alterazione della funzionalità degli organi dovuta ad accumulo di tossine prodotte dalla cattiva digestione e dalla rottura dell’equilibrio tra sistema immunitario e ormonale. Tale rottura può comportare: ritenzione idrica, ipertensione, ipercolesterolemia, sovrappeso, obesità, insufficienza renale, cistiti, disturbi psichici, depressione, cefalee, steatosi, calcolosi, ecc..;

Le intolleranze alimentari vengono spesso sottovalutate dalla medicina ufficiale eppure, a volte, basterebbe eliminare alcuni cibi per sentirsi meglio.

Il test per le intolleranze alimentari è molto semplice da effettuare, basta un piccolo prelievo di sangue necessario a ricercare una particolare categoria di anticorpi chiamati Ig-G4 specifiche.

I pazienti stessi durante la terapia hanno modo di appurare l’efficacia del test. Una visita completa prevede, oltre alla somministrazione del test, un attento e interessato ascolto dei disturbi presenti per trovare una possibile correlazione con il loro vissuto psicologico, eventuali errati stili di vita o cattive abitudini alimentari. L’intento è quello di spronare il paziente al cambiamento ricercando un benessere globale fatto di terapie e trattamenti del tutto naturali.

NUTRIZIONE NATURALE

Una dieta sana, varia e di stagione migliora la qualità della vita e consente al nostro organismo di assimilare alimenti in grado di rafforzare lo stato di salute dell’individuo. La nutrizione naturale consiste nell’uso dei cosiddetti “functional foods” (cibi funzionali), cioè quegli alimenti che, nel corso degli anni e attraverso numerosi studi, hanno dimostrato di avere delle caratteristiche funzionali al benessere dell’organismo.

Un frutto come la Papaya, ad esempio, si è imposto all’attenzione della comunità scientifica per le sue proprietà antiossidanti, capaci di controllare efficacemente l’invecchiamento cutaneo. Altrettanto efficace contro l’invecchiamento è il “Resveratrolo” che si trova nell’uva rossa. Come non citare gli “Omega 3″ contenuti nelle alghe e nell’olio estratto dal grasso del pesce, con effetti molto importanti sull’infiammazione acuta e cronica, sul colesterolo e sulla modulazione dell’insulina. Infine, ma potremmo continuare per molto, l’Aloe, eccezionale pianta dalle molteplici virtù cicatrizzanti, lassative, antitumorali, gastroprotettrici.

Il nutrizionista naturale utilizza una dieta appropriata alle caratteristiche personali del paziente, scegliendo quegli alimenti che contengono proprietà utili a prevenire disturbi familiari, patologie già riscontrate e prevenendone possibili sviluppi. La visita medica prevede, infatti, l’analisi della storia clinica del paziente, delle sue abitudini alimentari e del suo stile di vita allo scopo di personalizzare e adattare al meglio un’alimentazione che sia più sana e più consona all’individuo preso in esame.

Perché il programma di nutrizione naturale sia corretto è necessario che i cibi siano privi di pesticidi, conservanti, additivi. Potrebbe essere utile effettuare il test delle Intolleranze alimentari in modo da conoscere ancora meglio il paziente e costruire una dieta personalizzata alle sue esigenze. Dove richiesto, si otterrà un dimagrimento graduale mantenendo sempre in primo piano la salute del paziente attraverso l’uso di integratori e prodotti fitoterapici e omeopatici che supportino e agevolino il drenaggio e la disintossicazione dell’organismo.

Il programma di nutrizione naturale parte da un’alimentazione molto simile a quella tenuta dal paziente cambiandone però la composizione sia dal punto di vista qualitativo sia nella ripartizione dell’assunzione a livello cronobiologico.

Prosegue poi con regimi più rigidi fino ad arrivare alla dieta aminoacidica, che permette, attraverso l’eliminazione per breve periodo dei carboidrati e l’uso di un integratore di aminoacidi essenziali, una perdita settimanale di 2-3 kg nella donna, e di 3-4 kg nell’uomo.

Ciò porterà il paziente ad una rapida, duratura e importante perdita di peso mantenendo un ottimo tono muscolare, un metabolismo attivo e un bell’aspetto estetico.

Una volta raggiunto il peso e la forma desiderata si procederà con una dieta di mantenimento che, insieme ad una buona e sana educazione alimentare, possa favorire l’equilibrio psico-fisico del paziente e il pieno benessere e piacere alimentare.

05
Ago

La Medicina Estetica è una disciplina medica che si occupa della formazione e del mantenimento dell’equilibrio psico-fisico dell’individuo sano, che potrebbe sentirsi a disagio per un inestetismo mal accettato. E’ una medicina per la qualità della vita, che realizza un programma preventivo, curativo e riabilitativo. E’ inoltre una specialità multidisciplinare, complessa, che si avvale della collaborazione di figure mediche specialistiche e paramediche diverse.
La Medicina Estetica non va confusa con la Chirurgia Plastica. Le due discipline non si sovrappongono, ma si completano, collaborano tra loro.

Nella fase preventiva il medico estetico insegna come “conoscere” e “accettare” il proprio corpo; quindi come gestirlo e proteggerlo, rispettando le regole di igiene di vita: alimentare, fisica, psicologica, comportamentale e cosmetologica.
In ultima analisi, la Medicina Estetica ricerca ed esalta la cultura del proprio corpo, del rapporto psico-fisico, delle capacità relazionali con l’ambiente che ci circonda.
L’obiettivo principale, oltre alla risoluzione del “difetto” estetico, è quello di ritardare il più possibile l’invecchiamento, facendo così in modo che l’età biologica, cioè quel parametro che riflette l’effettiva età e funzionalità del nostro corpo, possa essere sempre inferiore all’età cronologica, (i nostri anni di vita).

Cellulite
Capillari
Rughe
Smagliature
Macchie cutanee
Labbra sottili
Gambe pesanti

10
Apr

Cosa sono gli ultrasuoni a freddo?
Questa nuovissima apparecchiatura , estremamente efficace in campo riabilitativo, si è rivelata un’ottima alleata nel trattamento della ” pannicolopatia edemato-fibro-sclerotica ” (P.E.F.S.), ossia la comune cellulite. Questa patologia ha origine da un deficit circolatorio che causa piccole fuoriuscite di liquido dai vasi sanguigni, con conseguente progressiva reazione dei tessuti circostanti, che progressivamente evolve verso la fibrosi e la formazione di noduli.

10
Apr
La tecnica consiste nell’introdurre una dose di gas nel sottocute, che può variare da 10cc ad oltre 200cc, secondo la zona prescelta per l’iniezione e secondo la patologia da trattare, ad una concentrazione di 5/15 ¡ (il simbolo sta per mg O3/ml O2).
10
Apr
Questa tecnica viene prevalentemente utilizzata nel trattamento dell’ernia del disco e dei “conflitti disco-radicolari” in genere. L’infiltrazione viene effettuata nella muscolatura paravertebrale (cioè ai lati delle vertebre), circa 2 cm al lato delle spinose (sporgenze ossee posteriori delle vertebre), in corrispondenza della radice nervosa sofferente: ad esempio, in una sciatalgia, tra la L5 (quinta vertebra lombare) e la S1 (prima vertebra sacrale) o tra la L4 e la L5.
10
Apr
L’infiltrazione si può effettuare in qualsiasi articolazione, e la tecnica non differisce dalle normali intraarticolari effettuate dagli specialisti. La quantità di gas da iniettare varia secondo l’articolazione (nelle più grandi fino a 12/15 cc), mentre la concentrazione è di 10 mcg/ml.
10
Apr

Peeling

Pubblicato in Terapie

Che cos’è il peeling?
Il peeling è una metodica prettamente medica, che mira a provocare un danno cutaneo controllato, al fine di ottenere una pelle più bella.

10
Apr
E’ costituito da acido glicolico e da resorcina.
Pagina 1 di 3